Assago Milanofiori 25 gennaio 2012 – Sembra un normalissimo mercoledì di gennaio. Metropolitana, canzoni nelle cuffie, colleghi in banchina e si passa il badge come sempre alla timbratrice per segnare il nostro arrivo in ufficio.

Siamo alle prime battute, squilla già qualche telefono, si preparano le pratiche… ma alle 9.05 è arrivato il terremoto con epicentro a Poviglio (RE), scossa magnitudo 4.9.

Incredibilmente la natura prende il sopravvento su di noi, ci pervade quella sensazione di impotenza nei confronti del mondo che ci circonda. I palazzi e gli uffici attorno al nostro cominciano a svuotarsi e il prato di Milanofiori si riempie di persone in preda a sensazioni da dover raccontare al più presto. A noi non vien dato nessun segnale d’evacuazione. E ci chiediamo se il sistema di sicurezza aziendale funzioni veramente.

La giornata un poco alla volta torna alla normalità, il tema terremoto rimane un leight-motiv per tutta la durata della giornata lavorativa e ci rendiamo conto di essere fortunati a non abitare in una zona altamente sismica.

 

Annunci